LAC lugano arte cultura Lugano 2012

Una certa semplicità compositiva, unita alla ricerca di equilibrati contrasti cromatici e materici, hanno guidato la progettazione della caffetteria e della hall.

La pulizia delle linee contraddistingue gli arredamenti e gli elementi di decorazione, mentre si evidenzia il contrasto tra i profili morbidi degli arredi e le linee squadrate del bancone, pur rispettando un modello di condotta architettonica che ci cattura in un atmosfera di carezzevole armonia.

La forma del bancone con il taglio a 45° vuole evocare seppur in scala ridotta il volume del museo sospeso sulla piazza ed crea un ambito di ingresso accogliente per il visitatore che esce dal museo.

L'utente, dopo la sua visita al museo, si troverà a poter scegliere se attraversare e sostare alla caffetteria o accomodarsi nei divani della hall ed essere servito dal personale.

La parete della caffetteria, che funziona come uno sfondo quando si guarda la hall arrivando dalla piazza, è una grande sequenza di ripiani retroilluminati sulla quale è possibile esporre oggetti d'arte, foto o dipinti, raccogliere libri d'arte da leggere stando comodamente seduti ai divani, proporre vini o paste da consumare. Un grande contenitore espositore disponibile a trasformazioni continue.

 

 

copyright © 2013, chiavettacuffaro. All rights reserved